Consigli per il cittadino Strutture veterinarie Informuzioni utili per il cittadino
Se voglio comprare, vendere, costruire Gestione risorse ambientali Disposizioni di legge per maltrattamento, comportamento, animali da compagnia
Home CONVENZIONI per Veterinari Iscritti Promemoria Enpav
Promemoria Enpav
Venerdì 04 Dicembre 2009 08:11
PDF Stampa E-mail

Promemoria1) ISCRIZIONE ALL'ENTE
(Art. 6, comma 3 dello Statuto)

SOGGETTI OBBLIGATORIAMENTE ISCRITTI ALL’ENTE
La qualità di iscritto all’Albo professionale comporta l’associazione all’Ente.

SENTENZA N. 88/95
La Corte Costituzionale con la sentenza n. 88 dell’8 marzo 1995 ha precisato che l’onere della contribuzione é a carico di tutti i veterinari iscritti all’Albo "anche in ragione del solo elemento oggettivo del potenziale esercizio dell’attività professionale, connesso all’iscrizione nel relativo Albo".
SOGGETTI FACOLTATIVAMENTE ISCRITTI ALL’ENTE
I veterinari che si iscrivono per la prima volta agli Albi professionali successivamente al 27 aprile 1991 e che esercitano esclusivamente attività di lavoro dipendente o autonomo, per le quali siano iscritti ad altra forma di previdenza obbligatoria.
I veterinari che al compimento dei 65 anni di età non hanno maturato 30 anni di contribuzione e vogliono continuare i versamenti per il periodo necessario al conseguimento del diritto alla pensione di vecchiaia.

2) CANCELLAZIONE DALL'ENTE
(Art. 1 comma 2 e 3 del Regolamento di Attuazione allo Statuto)

MODALITA’ DI RICHIESTA

Il veterinario esercita la facoltà di rinuncia all’iscrizione all’ENPAV con espressa dichiarazione da redigere seguendo le modalità degli artt. 46 e 47 del D.P.R. 445/2000.
Nella domanda il veterinario deve attestare di essere in possesso, al momento della presentazione della stessa, dei requisiti di legge previsti per la cancellazione dall’Ente, quali:
1. prima iscrizione all’Albo professionale dopo il 27 aprile 1991;
2. esercizio “in forma esclusiva” di attività di lavoro dipendente o autonomo;
3. iscrizione ad altra forma di previdenza obbligatoria.
DECORRENZA DELLA CANCELLAZIONE
La cancellazione decorre dalla data di spedizione della domanda, risultante dal timbro postale di invio della stessa. PERSISTENZA DELLA CANCELLAZIONE
Il Veterinario è tenuto a comunicare all’Ente ogni eventuale variazione sopravvenuta delle condizioni che hanno determinato l’accoglimento dell’istanza di rinuncia all’iscrizione.
OBBLIGHI DEI CANCELLATI
Gli iscritti all’Albo Professionale che abbiano rinunciato all’iscrizione all’ENPAV, sono tenuti:
1. a versare annualmente il contributo di solidarietà, tramite bollettini M.AV.;
2. ad inviare annualmente il Modello 1 per la comunicazione all’Ente dei dati reddituali. Dall’anno di dichiarazione 2004 possono tuttavia richiedere l’esonero dall’invio del Modello 1 mediante presentazione della modulistica messa a disposizione dall’Ente.

3) REISCRIZIONE ALL'ENTE

REISCRIZIONE ALL' ENTE
Il Medico Veterinario, iscritto all’Albo Professionale ma non all’ENPAV, può presentare domanda di reiscrizione all’Ente, al fine di maturare il diritto alla pensione.
L’onere contributivo da corrispondere nel caso di nuova iscrizione è quello relativo agli importi dei contributi minimi (soggettivi, integrativi, di maternità), nella misura minima fissata per l’anno in cui viene presentata l’istanza, calcolati dalla data di reiscrizione all’Ente.
REISCRIZIONE CON EFFETTI RETROATTIVI
Dietro presentazione di apposita domanda in tal senso, il Veterinario iscritto all’Albo ma non all’ENPAV, può esercitare la facoltà di reiscrizione all’Ente con effetti retroattivi.
A tal fine, la nuova iscrizione potrà produrre effetti retroattivi entro il termine massimo di prescrizione quinquennale dei contributi di cui all’art. 3 della legge 335/1995, calcolato a partire dalla data di inoltro della domanda, risultante dal timbro postale di spedizione della stessa.
L’onere contributivo a carico del richiedente è stabilito nel versamento di un importo corrispondente alla riserva matematica, al netto del contributo di solidarietà già versato, necessaria a garantire la copertura assicurativa del periodo riconosciuto ad aumentare l’anzianità iscrittiva utile ai fini del diritto e della misura della pensione.
La somma così determinata deve essere liquidata dal Veterinario in un’unica soluzione, oppure previa presentazione di apposita richiesta, in un numero massimo di sessanta rate mensili, maggiorate degli interessi legali.


 Fonte: http://www.enpav.it/contributi/cont_iscrizione.asp

 

Login

Chi è online

 38 visitatori online

Indirizzo PEC

L'ordine dei Medici Veterinari della Provincia di Taranto ha attivato il servizio di Posta Elettronica Certificata:

ordinevet.ta@pec.fnovi.it

 

GIURAMENTO

Giuramento professionale


Entrando a far parte della Professione e consapevole dell'importanza dell'atto che compio prometto solennemente di dedicare le mie competenze e le mie capacità alla protezione della salute dell'uomo, alla cura e al benessere degli animali, promuovendone il rispetto in quanto esseri senzienti; di impegnarmi nel mio continuo miglioramento, aggiornando le mie conoscenze all'evolvere della scienza; di svolgere la mia attività in piena libertà e indipendenza di giudizio, secondo scienza e coscienza, con dignità e decoro, conformemente ai principi etici e deontologici propri della Medicina Veterinaria.

Che tempo fa?

Click per aprire http://www.ilmeteo.it/datimeteo/meteo-italia.html